Cercando, tra le foglie (pensieri di primavera)

Standard

tree

E’ tanto, forse troppo, che non scrivo della mia vita a Pisa Town. Nel frattempo cosa ho fatto? Ehm, mi sarei…sposata, in una meravigliosa giornata di giugno, in quel di Palaia, tra radici napoletane e foglie pisane.

Foglie. Caduche foglie? Non lo so. Non tutte. E’ che probabilmente, in fondo, questa non sarà mai la mia terra. Quindi certe cose continuo a non capirle. A non concepirle. Forse nemmeno loro mi capiscono fino in fondo, abbiamo galatei diversi.

Ma fortunatamente non con tutti c’è questa incomprensione di fondo. Con chi ha allargato i propri orizzonti, non c’è questa incomprensione di fondo. Con chi ha capito che a volte si dissimula per evitare di sembrare fragili, non c’è questa incomprensione di fondo. Con chi ha imparato a volermi bene così come sono, nonostante un carattere non propriamente malleabile, ha anche imparato che insieme si possono estirpare facilmente, certe incomprensioni di fondo.

Vi sono sentimenti così delicati, così pieni di pudore, così freddolosi
che muoiono di vergogna o di freddo appena escono dal cuore,
se non entrano immediatamente in un altro cuore.

Così, stasera cerco qualcosa tra le foglie. Per capire se è inevitabile rassegnarsi a certi autunni, in attesa di nuove fioriture; e nel caso, quale potrebbe essere il concime migliore per rinvigorire i fusti più delicati. Per rivederle spuntare, prima o poi, le amate-odiate foglie.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...